Due parole su Musical, biopic, inediti e Queen - Brian May Interview - 18.10.2013

Intervista di Lisa Berigan - trascrizione e traduzione di Gabriel Tripaldi

*******************

Lisa:  Ciao Brian come stai?

Brian: Ciao Lisa

Lisa: Come va?

Brian: Benissimo, grazie. E tu?

Lisa: Alla grande.  L’altra sera eri a Baltimora per la prima di We Will Rock You. Com’è andata?

Brian: E’ stato incredibile. E sono rimasto  elettrizzato dalla risposta del pubblico. Ho anche suonato ed è stata una bella botta di adrenalina. Sono stato felice dello spettacolo, la versione americana di WWRY, il musical che è stato visto da 15 milioni di persone in 12 anni. Era da tempo che pensavamo di portarlo negli USA ed è stato eccezionale. Voglio dire, ritornare nei posti dove siamo cresciuti come Queen è stato emozionante.

Lisa: Speriamo di potervi  vedere a  Washington (lei dice D.C.)  nel 2014

Brian: Lo speriamo anche noi

Lisa: Sabato avresti dovuto parlare del tuo nuovo libro ("Diableries: Stereoscopic Adventures In Hell”) allo Smithsonian ma il Governo lo aveva chiuso e quindi è stato cancellato. Ora che il Governo lo ha riaperto, ci sarà questa presentazione?

Brian: No, abbiamo perso la nostra opportunità anche se non vedevamo l’ora di presentare il libro allo Smithsonian. Ma non posso certo lamentarmi, il Paese ha perso 24 miliardi di dollari e quindi la nostra lamentela non è così importante

Lisa: I fan dei Queen vogliono avere  notizie sul film su Freddie. Sacha Baron Cohen doveva essere il protagonista ma ora non fa più parte del progetto. Cosa è successo con Sacha e ora come vi muoverete?

Brian: Ad essere onesti è stata una faccenda davvero privata. Sacha è stato eccezionale, ha messo il suo grande entusiasmo nel progetto ma per alcuni motivi abbiamo pensato che non avrebbe funzionato e non è una mancanza di rispetto nei suoi confronti, siamo molto amici. Lui è un attore fantastico ma ci sembrava che non avrebbe funzionato sullo schermo. Sacha è molto riconoscibile e quindi abbiamo pensato che la gente avrebbe guardato Sacha piuttosto che Freddie. Fondamentalmente noi cerchiamo un grande attore che sappia entrare nella parte e sospendere lo scetticismo. La gente deve pensare davvero che quello sullo schermo è Freddie. Quindi è stata una separazione amichevole ed è stato davvero un peccato che il suo agente se ne sia venuto fuori con la storia che se ne sarebbe andato perché non gli piaceva il copione, è una stronzata. Non abbiamo risposto perché non ci piace farci coinvolgere da queste cose ed inoltre davvero teniamo in grande considerazione la nostra amicizia con Sacha. E’ una persona con una mente brillante ed un grande talento. La storia è questa. Noi pensiamo di avere il Freddie adatto e spero che l’annuncio venga dato presto. Abbiamo anche il regista adatto. C’è voluto del tempo ed è stato un percorso lungo ma doveva essere fatto nel modo giusto perché avevamo l’opportunità di raccontare la storia di Freddie  -riguarda più Freddie che i Queen.  Ci siamo.

Lisa: E’ vero che ci sarà un altro album dei Queen con la voce di Freddie?

Brian. Penso che sarà un miscuglio di varie cose. Sì, abbiamo trovato delle canzoni inedite cantate da Freddie e ce ne sono un paio con Michael Jackson  alle quali stiamo lavorando…non so quanto materiale ci sarà fino alla fine ma eravamo sul punto di pubblicare questo album/compilation con le canzoni meno conosciute dei Queen ma ora è diventato un album con del materiale che molti non hanno mai ascoltato.

Lisa: avete suonato all’ I Heart Radio Music Festival un paio di settimane fa con Adam Lambert. Com’è suonare con Adam?

Brian: Grande.  Ha una voce straordinaria, un grande cantante ed è maturato in fretta. E’ un grande entertainer ed è un talento innato. Quindi anche se non canta come Freddi e, i due  hanno molto in comune e so che se Freddie vedesse Adam farebbe un ampio sorriso. Il ragazzo è un vero artista ed è un tipo unico. Inoltre è anche un bravo ragazzo e questo è molto importante perché non puoi lavorare con gente che non ti piace. E’ meraviglioso passare del tempo con lui e spero di collaborare ancora con lui in futuro..

Lisa. Quindi farete un intero tour con lui o solo qualche show ogni tanto?

Brian: Non lo so, ne stiamo parlando, Ci sono delle possibilità, ci hanno fatto delle offerte. Sarebbe carino fare alcuni concerti. Non credo propenderei per un tour  di nove mesi  come ai vecchi tempi. Lo abbiamo fatto ma la vita è anche altro e non la voglio passare sempre on the road ma un po’ sarebbe ottimo. Quel tanto che basta perché sia divertente.

Lisa: All’inizio dell’anno hai scritto una canzone con Slash. Ti va di parlarne?

Brian: In Inghilterra il governo sta distruggendo la fauna selvatica perché dice che non ha alcun valore. Per me è sbagliato sia da un punto di vista morale che etico. Inoltre non ha basi scientifiche: loro dicono che in questo modo provano a controllare le malattie ma è stato dimostrato che non è così. Possono anche uccidere tutti i tassi e tutte le volpi ma non risolveranno in questo modo il problema della tubercolosi bovina. È una decisione totalmente sbagliata che il Governo ha preso perché  è stato messo sotto pressione dalla National Farmers Union (qui va avanti con la protesta sulla caccia alle volpi, la Countryside Alliance che sta cercando di riportare sport come la caccia alle volpi etc e robe così))

Quindi abbiamo fatto questo disco per attirare l’attenzione sulla pessima situazione della fauna selvatica in Inghilterra, specialmente i tassi. Slash è favoloso e mette passione in tutta quello che fa e ci ha aiutato a perorare la nostra causa. Non stiamo vincendo perché siamo Davide contro Golia ma alla fine avremo ragione noi.

Lisa: Ho letto una tua frase da qualche parte dove dicevi che preferiresti essere ricordato per la tua battaglia a favore degli animali piuttosto che per la tua musica o il tuo lavoro scientifico. E’ vero?

Brian: Se potessi scegliere sì. Credo che il modo in cui trattiamo gli animali su questo pianeta sia deprecabile e insopportabile e l’idea che la razza umana sia l’unica specie davvero importante non ha giustificazioni. Il nostro comportamento è orrendo e dovrebbe cambiare prima che sia troppo tardi

Lisa: Brian quando ascolti una canzone dei Queen alla radio ti dà ancora la carica?

Brian: Certo. È un sogno che si avvera. Quando sei ragazzo pensi “sarebbe fantastico se accendessi la radio e passassero una mia canzone”. Mi ricordo la prima volta che mi ascoltai alla radio. Vivevo a Queen’s Gate in un minuscolo appartamento insieme alla mia ragazza –in seguito mia moglie – e al piano di sopra c’erano queste persone che facevano un baccano incredibile con la loro radio sempre troppo alta. E un mattino mi svegliai proprio a causa del volume della radio ed era la nostra musica e pensai “ah! Forse non è così male”. Quella fu una esperienza divertente. Sì ancora mi emoziono quando da qualche finestra esce la musica dei Queen.

Lisa: Brian Grazie mille per il tempo che ci hai regalato. Il Musical ci piace davvero molto. Speriamo di vederti a Washington nel 2014. In bocca al lupo per tutto.

Brian: Grazie mille. Arrivederci

 

 

 

 

 

 

 

 

Due parole su Musical, biopic, inediti e Queen - Brian May Interview - 18.10.2013

Intervista di Lisa Berigan - trascrizione e traduzione di Gabriel Tripaldi

*******************

Lisa:  Ciao Brian come stai?

Brian: Ciao Lisa

Lisa: Come va?

Brian: Benissimo, grazie. E tu?

Lisa: Alla grande.  L’altra sera eri a Baltimora per la prima di We Will Rock You. Com’è andata?

Brian: E’ stato incredibile. E sono rimasto  elettrizzato dalla risposta del pubblico. Ho anche suonato ed è stata una bella botta di adrenalina. Sono stato felice dello spettacolo, la versione americana di WWRY, il musical che è stato visto da 15 milioni di persone in 12 anni. Era da tempo che pensavamo di portarlo negli USA ed è stato eccezionale. Voglio dire, ritornare nei posti dove siamo cresciuti come Queen è stato emozionante.

Lisa: Speriamo di potervi  vedere a  Washington (lei dice D.C.)  nel 2014

Brian: Lo speriamo anche noi

Lisa: Sabato avresti dovuto parlare del tuo nuovo libro ("Diableries: Stereoscopic Adventures In Hell”) allo Smithsonian ma il Governo lo aveva chiuso e quindi è stato cancellato. Ora che il Governo lo ha riaperto, ci sarà questa presentazione?

Brian: No, abbiamo perso la nostra opportunità anche se non vedevamo l’ora di presentare il libro allo Smithsonian. Ma non posso certo lamentarmi, il Paese ha perso 24 miliardi di dollari e quindi la nostra lamentela non è così importante

Lisa: I fan dei Queen vogliono avere  notizie sul film su Freddie. Sacha Baron Cohen doveva essere il protagonista ma ora non fa più parte del progetto. Cosa è successo con Sacha e ora come vi muoverete?

Brian: Ad essere onesti è stata una faccenda davvero privata. Sacha è stato eccezionale, ha messo il suo grande entusiasmo nel progetto ma per alcuni motivi abbiamo pensato che non avrebbe funzionato e non è una mancanza di rispetto nei suoi confronti, siamo molto amici. Lui è un attore fantastico ma ci sembrava che non avrebbe funzionato sullo schermo. Sacha è molto riconoscibile e quindi abbiamo pensato che la gente avrebbe guardato Sacha piuttosto che Freddie. Fondamentalmente noi cerchiamo un grande attore che sappia entrare nella parte e sospendere lo scetticismo. La gente deve pensare davvero che quello sullo schermo è Freddie. Quindi è stata una separazione amichevole ed è stato davvero un peccato che il suo agente se ne sia venuto fuori con la storia che se ne sarebbe andato perché non gli piaceva il copione, è una stronzata. Non abbiamo risposto perché non ci piace farci coinvolgere da queste cose ed inoltre davvero teniamo in grande considerazione la nostra amicizia con Sacha. E’ una persona con una mente brillante ed un grande talento. La storia è questa. Noi pensiamo di avere il Freddie adatto e spero che l’annuncio venga dato presto. Abbiamo anche il regista adatto. C’è voluto del tempo ed è stato un percorso lungo ma doveva essere fatto nel modo giusto perché avevamo l’opportunità di raccontare la storia di Freddie  -riguarda più Freddie che i Queen.  Ci siamo.

Lisa: E’ vero che ci sarà un altro album dei Queen con la voce di Freddie?

Brian. Penso che sarà un miscuglio di varie cose. Sì, abbiamo trovato delle canzoni inedite cantate da Freddie e ce ne sono un paio con Michael Jackson  alle quali stiamo lavorando…non so quanto materiale ci sarà fino alla fine ma eravamo sul punto di pubblicare questo album/compilation con le canzoni meno conosciute dei Queen ma ora è diventato un album con del materiale che molti non hanno mai ascoltato.

Lisa: avete suonato all’ I Heart Radio Music Festival un paio di settimane fa con Adam Lambert. Com’è suonare con Adam?

Brian: Grande.  Ha una voce straordinaria, un grande cantante ed è maturato in fretta. E’ un grande entertainer ed è un talento innato. Quindi anche se non canta come Freddi e, i due  hanno molto in comune e so che se Freddie vedesse Adam farebbe un ampio sorriso. Il ragazzo è un vero artista ed è un tipo unico. Inoltre è anche un bravo ragazzo e questo è molto importante perché non puoi lavorare con gente che non ti piace. E’ meraviglioso passare del tempo con lui e spero di collaborare ancora con lui in futuro..

Lisa. Quindi farete un intero tour con lui o solo qualche show ogni tanto?

Brian: Non lo so, ne stiamo parlando, Ci sono delle possibilità, ci hanno fatto delle offerte. Sarebbe carino fare alcuni concerti. Non credo propenderei per un tour  di nove mesi  come ai vecchi tempi. Lo abbiamo fatto ma la vita è anche altro e non la voglio passare sempre on the road ma un po’ sarebbe ottimo. Quel tanto che basta perché sia divertente.

Lisa: All’inizio dell’anno hai scritto una canzone con Slash. Ti va di parlarne?

Brian: In Inghilterra il governo sta distruggendo la fauna selvatica perché dice che non ha alcun valore. Per me è sbagliato sia da un punto di vista morale che etico. Inoltre non ha basi scientifiche: loro dicono che in questo modo provano a controllare le malattie ma è stato dimostrato che non è così. Possono anche uccidere tutti i tassi e tutte le volpi ma non risolveranno in questo modo il problema della tubercolosi bovina. È una decisione totalmente sbagliata che il Governo ha preso perché  è stato messo sotto pressione dalla National Farmers Union (qui va avanti con la protesta sulla caccia alle volpi, la Countryside Alliance che sta cercando di riportare sport come la caccia alle volpi etc e robe così))

Quindi abbiamo fatto questo disco per attirare l’attenzione sulla pessima situazione della fauna selvatica in Inghilterra, specialmente i tassi. Slash è favoloso e mette passione in tutta quello che fa e ci ha aiutato a perorare la nostra causa. Non stiamo vincendo perché siamo Davide contro Golia ma alla fine avremo ragione noi.

Lisa: Ho letto una tua frase da qualche parte dove dicevi che preferiresti essere ricordato per la tua battaglia a favore degli animali piuttosto che per la tua musica o il tuo lavoro scientifico. E’ vero?

Brian: Se potessi scegliere sì. Credo che il modo in cui trattiamo gli animali su questo pianeta sia deprecabile e insopportabile e l’idea che la razza umana sia l’unica specie davvero importante non ha giustificazioni. Il nostro comportamento è orrendo e dovrebbe cambiare prima che sia troppo tardi

Lisa: Brian quando ascolti una canzone dei Queen alla radio ti dà ancora la carica?

Brian: Certo. È un sogno che si avvera. Quando sei ragazzo pensi “sarebbe fantastico se accendessi la radio e passassero una mia canzone”. Mi ricordo la prima volta che mi ascoltai alla radio. Vivevo a Queen’s Gate in un minuscolo appartamento insieme alla mia ragazza –in seguito mia moglie – e al piano di sopra c’erano queste persone che facevano un baccano incredibile con la loro radio sempre troppo alta. E un mattino mi svegliai proprio a causa del volume della radio ed era la nostra musica e pensai “ah! Forse non è così male”. Quella fu una esperienza divertente. Sì ancora mi emoziono quando da qualche finestra esce la musica dei Queen.

Lisa: Brian Grazie mille per il tempo che ci hai regalato. Il Musical ci piace davvero molto. Speriamo di vederti a Washington nel 2014. In bocca al lupo per tutto.

Brian: Grazie mille. Arrivederci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


© 2017 QueenHeaven / Privacy Policy / Cookie Policy / Note Legali